Catania
25°

Russo Calcio, la “maledizione” del pareggio!

Russo Calcio, la “maledizione” del pareggio!

I Categoria girone E: Russo Calcio – Pedara Calcio 2-2
Marcatori: 7’ Belfiore A., 20’ Sciacca, 16’st Finocchiaro, 33’st Ventura.

RUSSO CALCIO: Cisterna, Vecchio, Falco (17’st Bonomo), Crisafulli, Belfiore A., Pappalardo S., Cartellone, Forzisi, Finocchiaro (26’st Napoli), Sciuto (35’st Marino), Pappalardo P.. All. Musumeci.
PISANO CALCIO: Strano, Carcagnolo, Messina, Pane (17’st Ferrone), Fazio, Sciacca, Cunsolo (17’st Papaserio), Behrami, De Carlo, Lo Certo (40’st Tropea), Ventura. All. Pistarà.
Arbitro: Castelletti (Caltanissetta).

TORRE ARCHIRAFI. Continua a sgranarsi lento il rosario dei rimpianti e dei punti perduti per la Russo Calcio che, contro il Pisano, ha dovuto lasciare per strada due punti a causa di due amnesie difensive che hanno regalato agli ospiti, per due volte, la gioia del pareggio. I ragazzi di mister Musumeci non hanno davvero sfigurato davanti agli avversari, mostrando di saper andare oltre l’ennesima rivoluzione in formazione a causa delle defezioni da infortunio, mettendo in campo grinta e tanto cuore, ma non è bastato. Gli ospiti hanno nel computo a loro favore anche due traverse che, è vero, come si dice spesso “fanno parte del portiere”, avrebbero potuto cambiare l’andamento della gara in un verso difficile da ribaltare per la Russo, soprattutto per il valore complessivo dell’avversario.
La gara si mette subito in discesa per i padroni di casa, ben disposti in campo sin dalle prime battute: al 7’ il tiro-cross di Antonio Belfiore dal vertice sinistro dell’area ospite diventa una parabola imprendibile per Strano e si insacca all’incrocio destro. La bella rete mette le ali ai piedi di locali che, dopo 8 minuti, propongono un’azione fotocopia di quella del vantaggio ma dal risultato non ottimale: il tocco a scavalcare Strano in uscita sfiora soltanto il palo destro. Poteva essere il colpo del ko per mettere all’angolo il Pisano ed invece, 5 minuti dopo, sono gli ospiti a beneficiare del primo regalo natalizio, in anticipo, confezionato dalla Russo: sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra, il tiro-cross basso di De Carlo attraversa tutta l’area locale senza che nessuno riesca ad allontanare la palla che arriva a Sciacca, appostato sul palo destro e pronto a stopparla e depositarla in rete con una girata al volo. Lo sbandamento della Russo rischia di diventare fatale dopo appena un minuto ma la botta di un solitario De Carlo si spegne sull’esterno sinistro della rete. Accusato il colpo la Russo fatica a riproporsi in attacco e, al 37’, potrebbe nuovamente approfittarne il Pisano: punizione dalla distanza di Behrami che Cisterna devia sulla traversa, palla che ritorna in campo e Pane, in mischia, non inquadra la porta, di testa, per poco.
Ad inizio di ripresa ancora Pisano pericoloso: De Carlo controlla la palla e spedisce un tiro al volo dalle destra che Cisterna riesce a deviare, con un autentico miracolo, sopra la traversa. Al 5’ancora la traversa (sempre più corredo del portiere) nega la gioia della rete a Lo Certo su punizione dal limite. La Russo, finalmente, si scuote e torna a proporsi con autorità in attacco con Finocchiaro, uno dei suoi uomini migliori: al 12’ il cross dalla destra di Crisafulli viene impattato di testa a centro area, ma la palla finisce fuori di un soffio. Quattro minuti dopo, invece, arriva la rete del nuovo vantaggio: angolo battuto dalla sinistra, in mischia svetta Pappalardo costringendo Strano ad una goffa respinta corta, arriva Finocchiaro e spedisce la palla di forza alle spalle del portiere (nella foto). Il Pisano mostra di avere forza e volontà per inseguire di nuovo il pareggio e, già al 25’, si rende pericoloso con De Carlo e Lo Certo: il primo costringe Cisterna ad una parata in tuffo su diagonale dalla sinistra, il secondo, a porta vuota, spedisce altissimo da pochi passi. Ma la rete è nell’aria e arriva, come una maledizione, su un nuovo svarione difensivo locale al 33’: azione sulla sinistra di De Carlo e cross basso verso il centro dell’area, sul palo destro è appostato Ventura, lasciato colpevolmente solo, che si inginocchia e appoggia di testa in rete la palla, vanificando anche il tuffo di Cisterna. Tutto da rifare per la Russo che, al 37’, ha da recriminare contro la sfortuna: angolo dalla destra di Pappalardo, Vecchio anticipa tutti di testa, nel pieno di una mischia a centro area, palla che colpisce la parte inferiore della traversa, Fazio a sua volta colpisce di testa evitando che la palla oltrepassi tutta la linea di porta, nuovo colpo di testa di Salvo Pappalardo ma Strano riesce a sfiorare la palla quel tanto sufficiente ai difensori ospiti per allontanare il pericolo. E, allo scadere, tocca a Napoli provare la conclusione dal limite ma il pallone che finisce oltre il palo sinistro, sembra essere il sigillo finale ai rimpianti per altri due punti gettati via.

Corrado Petralia

Potrebbero interessarti anche