Catania
14°

Unione della Via Regia dell’Alcantara: la “maratona” finanziaria del presidente Bartucciotto

Unione della Via Regia dell’Alcantara: la “maratona” finanziaria del presidente Bartucciotto

Sollecitato da un’interrogazione del consigliere granitese Antonio Russo, il sindaco di Motta Camastra, attualmente alla guida dell’organismo comprensoriale, ha immediatamente riunito i suoi colleghi per procedere all’approvazione dei vari bilanci economici degli ultimi tre anni, senza dei quali i quattro Comuni consorziati hanno subito diversi disagi

Le interrogazioni sono strumenti di controllo utilizzati da coloro che rivestono un ruolo politico-istituzionale in rappresentanza dei cittadini che li hanno eletti come, nelle municipalità, i consiglieri comunali. Ma non sempre sortiscono gli effetti sperati in quanto coloro che dovrebbero fornire le relative risposte, ossia i pubblici amministratori, tendono solitamente a “snobbare” questo tipo di atto ispettivo, quasi come se dare le informazioni richieste fosse un segno di debolezza.

Bisogna invece dare atto al sindaco di Motta Camastra, Claudio Bartucciotto, di essersi immediatamente mostrato sensibile ad un’interrogazione che gli è stata indirizzata nei giorni scorsi nella sua qualità di presidente di turno dell’Unione dei Comuni della “Via Regia dell’Alcantara”. A presentarla è stato il consigliere comunale di minoranza di Graniti Antonio Russo, il quale ha chiesto lumi sulla mancata approvazione per ben tre anni consecutivi, ossia dal 2015 al 2017, dei bilanci di previsione e dei conti consuntivi dell’organismo comprensoriale, di cui fanno parte i Comuni di Francavilla di Sicilia, Gaggi, Graniti e Motta Camastra.

Russo ha inviato il documento da lui redatto anche, per conoscenza, alla Procura della Corte dei Conti ed all’assessorato regionale agli Enti Locali ai fini dell’accertamento di eventuali inadempienze e responsabilità.

«A subire le conseguenze della mancata approvazione di questi strumenti finanziari – ha fatto notare Antonio Russo – è soprattutto il servizio di Polizia Locale, sul quale l’Unione della Via Regia ha una notevole competenza. Tanto per rimanere al mio Comune, ossia Graniti, l’auto dei vigili urbani non può essere messa in moto perché, in assenza di bilanci, è stato impossibile pagare l’assicurazione e comprare il carburante. Nell’estate appena trascorsa, inoltre, si è appreso proprio dal Gazzettino Online che questo tipo di problemi ha anche impedito l’utilizzo del prezioso veicolo antincendio in dotazione ai volontari della Protezione Civile».

Ma tutto ciò adesso dovrebbe essere solo uno spiacevole ricordo in quanto, appena qualche giorno dopo la presentazione dell’interrogazione, il presidente Claudio Bartucciotto ha prontamente riunito la Giunta della “Via Regia dell’Alcantara” per approvare “in un sol colpo” i bilanci arretrati, che verranno inviati al vaglio del Consiglio dell’Unione, di cui fa parte anche Antonio Russo.

Adesso, però, dall’interrogazione si passa… all’interrogativo: questa approvazione “in blocco” dei bilanci 2015-2016-2017 verrà considerata valida dagli organi regionali di controllo?

Dal canto suo, lo “zelante” presidente Bartucciotto si limita a dichiarare che «il problema ad oggetto dell’interrogazione del consigliere Russo ha determinato per la nostra Unione dei Comuni una stasi di oltre un anno e mezzo. In ogni caso, pur essendo l’approvazione dei bilanci un atto doveroso, è bene non farsi troppe illusioni perché le somme da gestire, sempre più ridotte al lumicino, bastano a malapena per pagare i dipendenti e garantire qualche servizio essenziale. A tal proposito esorto ad utilizzare con parsimonia le auto della Polizia Locale perché anche i soldi per la benzina sono contati».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: da sinistra Antonio Russo, consigliere dell’Unione “Via Regia dell’Alcantara”, ed il presidente nonché sindaco di Motta Camastra Claudio Bartucciotto     

Potrebbero interessarti anche