Catania

Riposto: il Comune valuta se può prendere in affidamento il Faro

Riposto: il Comune valuta se può prendere in affidamento il Faro

A Riposto un bando del demanio affida a terzi lo storico faro e c’è chi chiede al Comune di partecipare, per evitare che l’edificio sia affidato a privati

Cercasi futuro per il faro di Riposto. L’agenzia del demanio ha emanato un bando, che scadrà a dicembre, per concederlo in affidamento e difficilmente il Comune di Riposto potrà proporsi.
Se n’è parlato nell’ultima seduta di Consiglio comunale con il consigliere Sebastiano Bergancini che ha chiesto all’amministrazione di partecipare a questo bando nella convinzione che se questo edificio storico sarà affidato a privati il Comune lo perderà per sempre.

Il faro di Riposto è stato costruito nel 1911 e consegnato alla Marina Militare, è circondato da un muro di cinta, si sviluppa su due piani e ha una copertura a cupola. Il concessionario dopo averlo ristrutturato potrà realizzarvi attività turistiche, ricettive, ristorative, ricreative, didattiche, promozionali, eventi culturali, sociali, sportivi e finalizzate alla scoperta del territorio.

«Il faro è stato messo in sicurezza – spiega l’assessore al mare Paola Emanuele – è stato preso in consegna dalla Capitaneria di porto ed è stato affidato all’Agenzia nazionale del demanio per permetterne l’inserimento in bandi per la sua riqualificazione. E’ attualmente aperto un bando, il consigliere Bergancini ci ha sollecitato a partecipare ma sono richiesti degli investimenti che il Comune sta valutando, non sappiamo se reperiremo le risorse».

Sul sito dell’Ente c’è frattanto un link per visualizzare il bando.

Maria Gabriella Leonardi

Potrebbero interessarti anche