Catania

Elezioni regionali 2017 a Francavilla di Sicilia: il trionfo di Musumeci e dell’astensionismo

Elezioni regionali 2017 a Francavilla di Sicilia: il trionfo di Musumeci e dell’astensionismo

Nel Comune dell’Alcantara il neo governatore ha ottenuto oltre il 52% dei consensi, distaccando notevolmente l’“inseguitore” grillino Cancelleri. Il candidato all’Ars più votato in assoluto è risultata la concittadina Elisabetta Di Natale, seguita da Cateno De Luca, Luigi Genovese e Valentina Zafarana. Ma il vero “vincitore” è stato il non voto

Ancora una volta, grazie al sofisticato software elaborato dal giovane esperto informatico Alessandro Treffiletti, a Francavilla di Sicilia, principale Comune della Valle dell’Alcantara messinese, è stato possibile conoscere e “radiografare” in tempo quasi reale il verdetto elettorale espresso dalla popolazione locale.

Così, con riferimento alla consultazione di ieri per il rinnovo della Presidenza della Regione Siciliana e del Parlamento di Palazzo dei Normanni, balza subito evidente il netto distacco che nella cittadina alcantariana si è registrato tra l’aspirante governatore risultato vincente Nello Musumeci ed il suo “inseguitore” pentastellato Giancarlo Cancelleri: tra i due la distanza è stata di quasi 30 punti percentuale (52,41% contro 22,95%), mentre la media in tutta la Sicilia è di appena 5 punti.

L’elettorato francavillese è stato, inoltre, particolarmente “severo” con i candidati della Sinistra, cui ha complessivamente destinato poco più del 25% dei consensi (esattamente il 18,80% a Fabrizio Micari del Pd ed il 4,29% a Claudio Fava, candidato presidente della Sinistra più “ortodossa”, per il quale sono scesi in campo l’ex onorevole Gioacchino Silvestro e Luigi Savoja, “storici” esponenti francavillesi del “glorioso” Partito Comunista degli Anni Settanta-Ottanta).

Con riferimento, invece, alle singole forze politiche, con il 15,72% dei consensi è Forza Italia il partito più “amato” dai francavillesi, seguito di stretta misura dal Movimento 5 Stelle (14,93%) e dai Popolari ed Autonomisti (13,82%). Subito dopo si collocano le forze di Sinistra, cui il Comune dell’Alcantara ha destinato poco più del 9% dei suffragi (esattamente il 6,14% al Partito Democratico ed il 3,07% alla lista “Cento Passi per la Sicilia” di Claudio Fava).

Per quanto concerne, infine, i singoli candidati, a Francavilla di Sicilia a fare incetta di voti è stata, com’era prevedibile, la concittadina Elisabetta Di Natale, in quota “Fratelli d’Italia – Noi con Salvini” nella lista “Nello Musumeci Presidente”: la funzionaria di Poste Italiane ed attuale consigliere comunale d’opposizione è risultata il candidato più votato del suo paese con ben 250 preferenze personali. La Di Natale, figlia e nipote “d’arte” in quanto il padre Giuseppe ed il compianto zio Riccardo hanno attraversato diverse stagioni della vita pubblica francavillese rivestendo più volte ruoli politico-amministrativi di primo piano nell’ambito dei partiti del Centrodestra, in questa campagna elettorale ha tra l’altro goduto dell’influente appoggio dell’ex sindaco Lino Monea.

Ed a proposito di sindaci “sponsor”, nella recentissima corsa all’Ars l’attuale primo cittadino francavillese Enzo Pulizzi si è battuto per il suo mentore politico Cateno De Luca (Udc), al quale ha procurato 120 voti, ossia due in più rispetto a quelli (118) conquistati a Francavilla da Luigi Genovese (Fi), giovanissimo rampollo del “controverso” deputato nazionale della Città dello Stretto, per il quale in queste settimane si è speso un altro ex sindaco degli ultimi decenni, ossia Salvatore Nuciforo.

Scorrendo la classifica dei candidati più votati dalla comunità francavillese, possono ritenersi più che soddisfacenti le 98 preferenze andate a Valentina Zafarana, sulla quale hanno scommesso i grillini del luogo, capitanati dalla “pasionaria” Mariella Musso.

Discreti, infine, i 91 e 90 voti rispettivamente tributati a Marco Antonio Pettinato, sindaco di Fondachelli Fantina, ed al deputato regionale uscente di Giardini Naxos Pippo Currenti, ambedue della lista dei Popolari ed Autonomisti.

Alla comunità francavillese non resta che attendere le prossime ore per sapere chi dei suoi “politici del cuore” approderà sugli scranni di Sala d’Ercole o verrà “premiato” con un incarico assessoriale nella nuova Giunta Musumeci, auspicando che, memori del significativo supporto ricevuto il 5 novembre 2017, questi neo eletti tengano in considerazione le legittime istanze provenienti dalla cittadina dell’Alcantara.

Ma anche a Francavilla di Sicilia, in realtà, il vero “trionfatore” di queste elezioni regionali 2017 è stato l’astensionismo: su 4.320 potenziali elettori, a recarsi alle urne sono stati solo in 1.845, ossia appena il 42,71% degli aventi diritto al voto.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: i quattro candidati più votati a Francavilla di Sicilia alle elezioni regionali 2017 ossia, da sinistra, Cateno De Luca, Luigi Genovese, Elisabetta Di Natale (la più votata in assoluto) e Valentina Zafarana      

Potrebbero interessarti anche