Catania

Turisti “appiedati” a Castiglione di Sicilia. Il sindaco Camarda: «Qualche mentecatto danneggia l’immagine della nostra comunità»

Turisti “appiedati” a Castiglione di Sicilia. Il sindaco Camarda: «Qualche mentecatto danneggia l’immagine della nostra comunità»

Ormai da tempo gli ospiti del Comune etneo si ritrovano con le ruote delle loro automobili tagliate. L’amarezza dei titolari delle locali strutture ricettive, che tanto stanno puntando sulle attrattive del loro paese. Ed il primo cittadino preannuncia l’installazione nel territorio comunale di un impianto di videosorveglianza

Ormai da diversi mesi a Castiglione di Sicilia si ripete un triste copione: i turisti che si recano in automobile nel Comune etneo si ritrovano con le ruote dei loro veicoli tagliate. L’ultimo di questi meschini atti vandalici è stato posto in essere qualche giorno fa ai danni di una vettura, posteggiata in Via XXIV Maggio ed appartenente ad una coppia di ospiti di una struttura ricettiva, le cui gomme sono state squarciate e bucate con dei chiodi (vedi foto).

Più che comprensibile la rabbia dei locali operatori turistici, che tanto si sono prodigati in questi anni per far assurgere Castiglione di Sicilia a luogo da visitare ed in cui soggiornare, facendo leva sulle tante attrattive (paesaggistiche, architettoniche, enogastronomiche, ecc.) del loro paese, che non a caso si è meritato l’ambito inserimento nell’esclusivo circuito nazionale dei “Borghi più belli d’Italia”.

«Comincio a pensare – dichiara amareggiato Nunzio Valentino, gestore di un albergo castiglionese – che qui i turisti, anziché essere accolti a braccia aperte, vengono considerati da qualcuno dei “nemici”. Sta di fatto che inqualificabili episodi del genere azzerano i nostri sforzi e ci costringono a ricominciare da capo. Ritengo a questo punto più che necessario dotare il paese di un impianto di videosorveglianza».

Il sindaco Antonio Camarda, dal canto suo, si è impegnato a recepire tale suggerimento. «Ci faremo promotori prima possibile – annuncia il primo cittadino – di un progetto di videosorveglianza nei punti strategici del nostro territorio».

Camarda ne approfitta, inoltre, per difendere l’immagine del suo Comune «che non è – tiene a sottolineare il sindaco – solo il luogo in cui una mattina una coppia di turisti si sveglia e trova i pneumatici della propria auto forati. Il mio paese è soprattutto una perla incastonata tra la montagna ed il mare, in cui possiamo ancora trovare un’ospitalità genuina offerta da persone oneste e perbene, che ogni giorno svolgono con dedizione il loro lavoro. Il mio paese, purtroppo, è offeso a volte da mentecatti che commettono azioni degne di biasimo e che ci spingono ad alzare la guardia: lo faremo attraverso l’impianto di videosorveglianza cui prima accennavo. Occorre certamente maggiore sicurezza, ma occorre anche non distruggere quello che pazientemente si sta costruendo: Castiglione di Sicilia, tolto qualche mentecatto che si diletta a fare danni a tutta la comunità, è un luogo magico dove vivere esperienze turistiche genuine in un posto ricco di storia e di eccellenze enogastronomiche».

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche