Catania
14°

“Quando Giarre sposa l’amore”: interessante e partecipata conferenza sul femminicidio

“Quando Giarre sposa l’amore”: interessante e partecipata conferenza sul femminicidio

L’attrice Maria Rita Leotta, la ginecologa ed ex assessore giarrese Piera Bonaccorsi e la jazzista Rosalba Bentivoglio sono le donne che domenica sera, in piazza Carmine, riceveranno il premio “Un amore di donna”, durante la kermesse “Quando Giarre sposa l’amore”, promossa dall’atelier Polisano spose e da altre aziende del settore wedding.

I nomi delle premiate di quest’anno, com’è tradizione, sono stati resi noti ieri sera, in municipio, a conclusione della conferenza “Mai più Desdemona”, coordinata dalla prof.ssa Marinella Fiume con gli intermezzi musicale del prof. Piero Romano.

La manifestazione voluta dal patron Alfio Polisano ogni anno si compone di due momenti: una conferenza culturale e la serata di gala con la sfilata degli abiti da sposa. Ieri tema portante della conferenza è stato il femminicidio.

“La prof.ssa  Maria Rosaria Grasso ci ha spiegato che non si può vivere il presente senza guardare al passato – ha detto Alfio Polisano – la prof.ssa Anna Castiglione ci ha ricordato che la letteratura ci fa grandi; la scrittrice Maria Rita Pennisi ci ha rammentato che bisogna guardare la realtà e stare con i piedi per terra e, infine, Cetty Russo ci ha riportato in mente il sacrificio di sua sorella di Maria Rita Russo, vittima di femminicidio, da cui è nato lo sportello antistalking di Giarre che sta aiutando tante donne”.

Il tema del femminicidio sarà velatamente presente anche domenica sera, in piazza Carmine, durante le sfilate. Verso questo fenomeno, segno di arcaicità, di possesso della donna, come ha rimarcato la prof.ssa Marinella Fiume, occorre opporre una rivoluzione, a partire dal linguaggio usato comunemente.

Potrebbero interessarti anche