Catania
15°

Giarre, ospedale sempre più al collasso: solo 7 posti letto e 12 medici

Giarre, ospedale sempre più al collasso: solo 7 posti letto e 12 medici

Una gigantesca struttura sanitaria attiva con soli 7 poti letto. Cgil Funzione pubblica torna all’attacco con una nuova eclatante denuncia, a pochi giorni dalla immotivata sospensione, per tutto il mese di agosto, delle attività ambulatoriali della Piastra chirurgica e le attività del Blocco operatorio del P.O. di Giarre. Provvedimento – poi revocato – dettato dalla necessità di assegnare il personale infermieristico ed ausiliario dei servizi, ai reparti di Medicina e Geriatria per garantire la copertura dei turni per carenza di personale.

“La Cgil – si legge in una nota sindacale –  ha contestato sia presso la Direzione Sanitaria dell’ASP CT sia presso la Direzione medica di presidio, la disposizione di servizio, considerandola lesiva dei diritti dei cittadini di questo territorio e come ulteriore atto di smantellamento di quel poco che resta dell’ospedale di Giarre. La sospensione delle attività chirurgiche per ora non è stata attuata,in quanto la stessa Direzione medica ha provveduto a tamponare la situazione con il trasferimento temporaneo di qualche unità infermieristica dal P.O. di Acireale.

Questi fatti confermano – al di là dei continui proclami ed impegni assunti- che la situazione dell’ospedale di Giarre è drammatica, un dato per tutti?  Attualmente – esclusi i pochi posti di degenza del servizio di Psichiatria – tutto l’ospedale di Giarre conta solo sette posti letto con i reparti di Medicina e Geriatria che sono stati accorpati.

Ma il dato più eclatante – rileva la Cgil – è che vi è un organico complessivo dei due reparti di 12 medici in servizio; di contro il personale infermieristico assegnato non è sufficiente a garantire la regolare turnazione per l’assistenza dei sette pazienti. Non è tollerabile che la sanità pubblica continui ad essere gestita ed organizzata in questo modo!  In presenza di una grave carenza di posti letto che determina situazioni di ingestibilità nei pronto soccorso, come quello di Acireale, che questa organizzazione sindacale ha costantemente denunciato, non è possibile accettare che si continui così.

Pertanto – conclude la nota –  la FP CGIL chiede, al fine di garantire la regolare assistenza in questi reparti, il rientro del personale infermieristico che è stato trasferito ad Acireale, in considerazione che la regione siciliana in questi giorni ha sbloccato le procedure concorsuali, per cui le eventuali necessità di personale del P.O. di Acireale, possono trovare il giusto riscontro. Al tempo stesso si ritiene necessaria l’attivazione, nell’ospedale di Giarre, dei 12 posti letto di Medicina e dei 10 posti letto di Geriatria, così come indicato dal piano di rimodulazione della rete ospedaliera regionale e dall’Atto Aziendale”.

Potrebbero interessarti anche