Catania
15°

Francavilla di Sicilia: A.R.O. “in eredità” per il nuovo sindaco Enzo Pulizzi

Francavilla di Sicilia: A.R.O. “in eredità” per il nuovo sindaco Enzo Pulizzi

Il suo predecessore Monea ha comunicato l’avvenuta aggiudicazione del servizio di smaltimento dei rifiuti. «Un importante traguardo – ha sottolineato – raggiunto grazie alla mia gestione amministrativa». Soddisfatto anche l’attuale primo cittadino, che comunque intende modificare il capitolato d’appalto

A partire dal prossimo autunno, con l’avvio della nuova Società “A.R.O.” (acronimo di “Ambito di Raccolta Ottimale”) i cittadini di Francavilla di Sicilia potrebbero finalmente fruire di un servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti al passo con i tempi. Il condizionale è d’obbligo in quanto bisogna fare i conti con i “ritmi” spesso elefantiaci della burocrazia.

Nei giorni scorsi infatti, presso l’U.RE.G.A. (Ufficio Regionale Gare d’Appalto) di Messina, una ditta di Cammarata (Agrigento) si è aggiudicata la relativa gara per 3.395.000 euro, cifra questa con la quale, per un arco temporale di sei anni, si dovrà garantire alla comunità francavillese il servizio di spazzamento, raccolta, trasporto e smaltimento dei vari tipi di rifiuti solidi urbani.

Ad ufficializzare la notizia ha provveduto Lino Monea, ex sindaco del Comune dell’Alcantara e, da qualche mese, capogruppo consiliare dell’opposizione essendo stato sconfitto dall’avversario Vincenzo Pulizzi alle elezioni amministrative dello scorso giugno.

«Mi permetto di comunicare l’avvenuta aggiudicazione del servizio dell’Aro – ha dichiarato l’ex primo cittadino francavillese – perché trattasi di un importantissimo risultato conseguito dall’Amministrazione Comunale che, sino a qualche mese fa, ho avuto l’onore di guidare. Un grosso merito al riguardo è da riconoscere al mio assessore all’Ecologia Salvatore Bardaro, il quale ha seguito scrupolosamente in prima persona tutto l’iter che ha portato alla costituzione dell’Aro Francavilla. Da sottolineare che siamo uno dei pochi Comuni ad esserci organizzati in tal senso. Tanti altri, infatti, stanno perdendo tempo per la costituzione di consorzi comprensoriali, mentre noi abbiamo preferito correre da soli dando vita ad una nostra Aro comunale. Ed è stata una scelta rivelatasi vincente. Le lungaggini burocratiche, purtroppo, non ci hanno consentito di poter gestire noi la fase di avvio del servizio: pensate che la relativa gara è stata bandita oltre un anno e mezzo fa, e solo in questi giorni si è giunti all’aggiudicazione. Spetta adesso al nuovo sindaco Vincenzo Pulizzi ed ai suoi assessori raccogliere i frutti di questa significativa conquista, consentendo alla comunità locale di beneficiare di un servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti degno di una società civile».

Ed al di là della “paternità” dell’iniziativa, anche il successore ed antagonista politico di Lino Monea si dichiara contento per l’importante traguardo raggiunto. «Bisogna dare atto al mio predecessore – ha affermato il nuovo sindaco Enzo Pulizzi – di aver fatto una scelta coraggiosa decidendo di costituire una Aro “in house”, ossia in proprio, anziché consorziarsi con altri Comuni. In ogni caso, per ottimizzare al meglio il servizio che ne deriverà, mi riservo di rinegoziare con la ditta aggiudicataria alcuni punti del capitolato d’appalto che ritengo ulteriormente perfezionabili nell’interesse della comunità francavillese».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: Lino Monea e, nel riquadro, Vincenzo Pulizzi

Potrebbero interessarti anche