Catania
25°

La Valle dell’Alcantara alla riscoperta del suo passato bizantino

La Valle dell’Alcantara alla riscoperta del suo passato bizantino

Verrà ufficialmente presentato oggi, sabato 15 luglio nella sala convegni delle Gole di Motta Camastra, l’itinerario turistico ideato dalla Pro Loco di Giardini Naxos e che, oltre a quest’ultimo Comune, coinvolgerà anche quelli di Malvagna, Castiglione di Sicilia, Roccella Valdemone, Bronte e Maletto. A relazionare autorevoli conoscitori del territorio

Oggi pomeriggio, sabato 15 luglio alle ore 18.00, la sala convegni del Parco Botanico e Geologico delle Gole dell’Alcantara (nel territorio di Motta Camastra, con ingresso dalla Via Nazionale n. 5) ospiterà la conferenza di presentazione della terza iniziativa del progetto di promozione turistica “Welcome to Alcantara Valley”, ideato dall’associazione Pro Loco di Giardini Naxos con il patrocinio della sezione regionale dell’U.N.P.L.I (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), del Parco dell’Etna, del Parco Fluviale dell’Alcantara e del Comune di Giardini Naxos.

Dopo l’evento pilota della scorsa estate “Le Mamme del Borgo di Motta Camastra” ed il ricco cartellone di manifestazioni allestite in vari Comuni valligiani in occasione del Natale 2016, adesso sarà la volta de “L’Itinerario Bizantino della Valle dell’Alcantara”, articolato in delle tappe che interesseranno i Comuni di Giardini Naxos, Malvagna, Castiglione di Sicilia, Roccella Valdemone, Bronte e Maletto, ossia i luoghi in cui esistono testimonianze della civiltà bizantina in Sicilia.

Come spiega Giuseppe Carmeni (nella foto su un tipico dipinto di stile bizantino), presidente della Pro Loco naxiota ed ideatore dell’iniziativa in questione, «Bisanzio ha esercitato una notevole influenza sulla nostra isola, e nonostante in Sicilia si siano succedute numerose dominazioni, il tempo ha solo attenuato ma non cancellato la sua memoria storica. Nella Valle dell’Alcantara, in particolare, la civiltà bizantina risulta ancora più misteriosa per l’assenza quasi totale di documenti scritti, ma fortunatamente sono presenti testimonianze monumentali, ruderi, edifici religiosi (come le Cube), insediamenti residenziali e svariati reperti archeologici. L’idea di questo itinerario turistico è nata da un incontro avuto con lo studioso di storia locale Angelo Manitta, profondo conoscitore della valle ed autore di una recente pubblicazione sui bizantini nella Valle dell’Alcantara».

L’appena citato Angelo Manitta sarà uno dei relatori della conferenza in programma oggi alle Gole dell’Alcantara insieme alla ricercatrice universitaria Lucia Arcifa, allo storico e scrittore Antonino Portaro, all’architetto Daniele Raneri, all’astrofisico Andrea Orlando, alla storica dell’arte Francesca Migneco, alla guida ambientale Violetta Francese, all’imprenditore turistico Maurizio Vaccaro, al presidente nazionale dell’Unpli Antonino La Spina ed al presidente provinciale e vicepresidente regionale dell’organismo rappresentativo delle Pro Loco Santi Gentile.

Si parlerà di luoghi e monumenti quali l’insediamento di contrada Edera a Bronte, le Cube di Castiglione di Sicilia e Malvagna, il Castello di Schisò, il sito rupestre di Rocca Pizzicata a Roccella Valdemone, ecc.

A moderare i lavori sarà il regista Giovanni Bucolo, direttore artistico della “Naxos Entertainment”.

Rodolfo Amodeo 

Potrebbero interessarti anche