Catania
26°

Giardini Naxos: il sindaco Lo Turco ed i tassisti locali “bocciati” dall’Authority Nazionale

Giardini Naxos: il sindaco Lo Turco ed i tassisti locali “bocciati” dall’Authority Nazionale

L’A.G.C.M. ha intimato al primo cittadino naxiota di revocare la sua recente ordinanza sul trasporto pubblico nel territorio comunale, sollecitatagli da un’associazione per contrastare l’attività dei cosiddetti “NCC”, ossia i conducenti di autoveicoli che dovrebbero operare in un ambito limitato, senza porre in essere atti di “concorrenza sleale”

I tassisti di Giardini Naxos e Nello Lo Turco, attuale sindaco della prima colonia greca di Sicilia erettosi a “paladino” dei pubblici autisti, dovranno “fermarsi allo stop” imposto dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (A.G.C.M.).

Il presidente nazionale di quest’ultima, Giovanni Pitruzzella, ha infatti notificato al primo cittadino naxiota un’intimazione affinché venga revocata l’ordinanza dello scorso 6 marzo con la quale il sindaco Lo Turco, dietro espressa richiesta della locale associazione “Libera Voce Naxiota”, ha dichiarato guerra ai tassisti abusivi e, soprattutto, ai cosiddetti “N.C.C.” (acronimo di “Noleggio Con Conducente”), ossia quei conducenti di autovetture che possono andare a prelevare a domicilio chi ha bisogno di un trasporto, ma senza poi rimanere in strada alla ricerca di ulteriori clienti.

«L’intervento dell’AGCM poteva essere evitato – ha dichiarato Mauro Ferri, presidente dell’Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori (A.N.I.TRA.V.), il quale ha convintamente sposato la causa degli “Ncc” del comprensorio jonico messinese e della contigua Valle dell’Alcantara – se solo il sindaco di Giardini Naxos mi avesse ascoltato. Lui ha, invece, voluto accontentare a tutti i costi i tassisti locali, che chiedevano l’innalzamento di barriere all’esercizio delle attività degli Ncc nel territorio comunale. Il primo cittadino giardinese è quindi incappato in un errore politico al quale oggi deve necessariamente porre rimedio. Per quanto mi riguarda, rimango disponibile al dialogo ed attendo un suo invito per affrontare insieme la problematica dell’abusivismo nel settore dei pubblici trasporti e modificare la sua imbarazzante ordinanza n. 6/2017».

Spulciando la lettera di diffida inviata nei giorni scorsi dall’Agcm al sindaco di Giardini Naxos, apprendiamo i motivi della “bocciatura” del provvedimento emanato da Nello Lo Turco in favore dei tassisti “ufficiali” operanti nel suo Comune.

Il Comune di Giardini Naxos, in pratica, avrebbe formulato un’ordinanza sulla base di una normativa attualmente sospesa in attesa di una nuova regolamentazione del trasporto pubblico.

La “Authority” aggiunge, inoltre, che questo provvedimento del sindaco Lo Turco provocherebbe una forte limitazione della mobilità in un territorio a spiccata vocazione turistica.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: da sinistra il presidente nazionale dell’A.N.I.TRA.V., Mauro Ferri, ed il sindaco di Giardini Naxos, Nello Lo Turco   

Potrebbero interessarti anche