Catania
11°

Nuova lettera del sindaco di Giarre per chiedere l’implementazione del servizio di pronto soccorso

Nuova lettera del sindaco di Giarre per chiedere l’implementazione del servizio di pronto soccorso

Il sindaco di Giarre  Angelo D’Anna, a nome di tutti i sindaci del Distretto Socio Sanitario 17 (Comuni di Giarre, Riposto, Mascali, Fiumefreddo di Sicilia, Calatabiano, Piedimonte Etneo, Linguaglossa, Castiglione di Sicilia, Sant’Alfio, Milo) ha inviato ieri, giovedì 18 maggio, una lettera alla Direzione Generale della Programmazione Sanitaria del Ministero della Salute, a S.E. il Prefetto di Catania, al presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, all’assessore della Salute Baldo Gucciardi, alla Commissione Regionale “Sanità”, al direttore generale e al direttore sanitario dell’Asp 3 di Catania, con la quale si richiede l’implementazione del servizio di Pronto Soccorso e dei servizi di base presso il Presidio Ospedaliero di Giarre.

Nella lettera, i Sindaci dei 10 Comuni, nel prendere atto delle indicazioni provenienti dal D.A. n. 629 del 31/03/2017 e dal susseguente atto aziendale n. 1540 del 08/05/2017 a firma del direttore Generale dell’ASP n°3 Giammanco, che lasciano intendere,  per il  P.O. di Giarre,  un servizio sanitario legato sia alla cura delle lungo degenze (pazienti cronici che si acuizzano) ma anche delle acuzie per la presenza dei servizi di Chirurgia e di anestesia, sostengono “…che anche la presenza di un Pronto Soccorso darebbe e garantirebbe l’opportunità al nostro territorio di rispondere a pieno alle esigenze di sanità…”,  in coerenza con quanto previsto dal Decreto Ministeriale n. 70/2013 Balduzzi e con l’obiettivo di ridurre “oltretutto la pressione sul Presidio Ospedaliero di Acireale che, da acclamati casi di malasanità purtroppo la maggior parte dovuto ad un eccessivo numero di accessi in rapporto al dimensionamento e alle risorse umane disponibili, non riesce ad offrire servizi sanitari di qualità”.

Inoltre, a fronte della disponibilità manifestata dall’assessore Gucciardi nell’incontro dello scorso 10 aprile 2017  a valutare la dotazione di pronto soccorso per il nostro Presidio Ospedaliero, unico in tutta la Sicilia ad essere stato chiuso,  i sindaci chiedono che “…il servizio territoriale di psichiatria attualmente attivo rimanga presso il presidio ospedaliero di Giarre con i 15 posti letto, sia perché sono già esistenti le strutture di supporto al mantenimento del reparto mentre uno spostamento ad Acireale implicherebbe un adeguamento del reparto dovrebbero  accoglierlo con un aggravio di costi a danno del servizio sanitario regionale….

La lettera si conclude con l’elenco dei servizi che la struttura ospedaliera giarrese dovrebbe avere in caso di accoglimento della richiesta e la previsione del “…potenziamento delle sale operatorie con i complementari servizi di anestesia, patologia clinica e diagnostica per immagini, oltre al mantenimento dei servizi di Cardiologia territoriale e del P.E.T. con la presenza di MSA collegata al SEUS 118, al fine di supportare il servizio di Pronto Soccorso…”.

Potrebbero interessarti anche