Catania
17°

G7 Taormina, area portuale di Riposto diventa strategica

G7 Taormina, area portuale di Riposto diventa strategica

Un imponente spiegamento di mezzi e di forze militari questa mattina nel Porto turistico di Riposto in vista del G7 in programma a Taormina il prossimo 26 e 27 maggio. Guardia Di Finanza, Carabinieri, Guardia Costiera e Polizia hanno ormeggiato le unità navali provenienti da tutta Italia, mentre all’interno dell’area perimetrale del porto sono state parcheggiate decine di auto con i colori di istituto della varie forze di polizia.

Sempre questa mattina nella sala riunioni della infrastuttura portuale si è svolto un primo briefing operativo per pianificare gli interventi di sicurezza durante il vertice mondiale. Riposto diventa così una base operativa pronta ad entrare in azione in caso di necessità, considerato che sono previste a margine del G7 cortei e manifestazioni di aperto dissenso rispetto ai temi trattati durante il summit: guerra in Siria, la questione del Nord Corea, ma anche flussi migratori saranno al centro del dibattito.

L’allerta è quindi massima in tutto il meridione, soprattutto nell’area jonica che la prossima settimana ospiterà i potenti del mondo. Porti off limits, blocco degli sbarchi sull’intera isola, sono solo alcune delle misure di sicurezza prese dal capo della polizia Franco Gabrielli, mentre Il direttore dell’Asp di Messina Gaetano Sirna ha annunciato che nell’ospedale San Vincenzo di Taormina dal 24 fino al 28 maggio non saranno accolti i ricoveri ordinari ma verranno trattate solo le emergenze.

Potrebbero interessarti anche