Catania

Giardini Naxos: la prima colonia greca di Sicilia si “racconta” alle nuove generazioni

Giardini Naxos: la prima colonia greca di Sicilia si “racconta” alle nuove generazioni

La Pro Loco della cittadina turistica e quella del vicino Comune di Gaggi hanno ideato un progetto storico-divulgativo culminato in una partecipata ed applaudita visita drammatizzata che ha avuto per protagonisti e spettatori gli alunni delle scuole primarie. Un evento analogo avrà luogo il 21 maggio nel territorio del Parco dell’Alcantara

L’aveva in passato proposta ad un pubblico di tutte le età, ma stavolta la Pro Loco di Giardini Naxos, in collaborazione con quella del vicino Comune di Gaggi, ha voluto espressamente dedicare alle giovanissime generazioni la visita drammatizzata in costume al Parco Archeologico naxiota. A beneficiarne, nei giorni scorsi, sono stati infatti gli alunni delle scuole primarie dell’Istituto Comprensivo giardinese, ed in particolare quelli del plesso di contrada Pallio e della sezione distaccata di Gaggi.

L’evento, ideato dal presidente della Pro Loco di Giardini Naxos Giuseppe Carmeni, ha goduto del patrocinio dell’Ente Parco Fluviale dell’Alcantara e della sezione siciliana dell’U.N.P.L.I (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), della compartecipazione dell’assessorato comunale alla Cultura di Giardini Naxos e dei supporti del Comune di Gaggi, del laboratorio cinematografico e teatrale “Naxos Entertainment”, dell’agenzia di comunicazione “Byframe” e dell’artista Cristina Russo.

L’applaudita messa in scena di qualche giorno fa è stata comunque il felice epilogo del più complessivo progetto “Il mito di Naxos nelle terre dell’Akesines”, articolato in una serie di laboratori di carattere storico (tenuti da Vera Quattrocchi) e ludico-culturale (curati da Cristina Russo).

A curare la regia e la conduzione della visita drammatizzata è stato il noto operatore artistico-culturale giardinese Giovanni Bucolo, mentre la storia della prima colonia greca di Sicilia è stata sapientemente “recitata” dagli attori (rigorosamente in costume ellenico) Sara Pulvirenti (nel ruolo di Nausicaa), Francesco Papa (Tysandros), Carmelo Anselmi (Callicrates) e dallo stesso presidente della Pro Loco giardinese, Giuseppe Carmeni, il quale ha interpretato l’architetto ateniese Iktinos.

Alla rappresentazione ha fatto seguito la visita al Museo Archeologico di Giardini Naxos.

«E’ venuta fuori una splendida giornata di festa – si legge in un comunicato congiunto diramato al riguardo dai presidenti delle Pro Loco organizzatrici Giuseppe Carmeni (Giardini Naxos) e Santi Gentile (Gaggi) – che ha registrato una grande presenza di pubblico. Per tale successo desideriamo in particolare ringraziare i colleghi dirigenti e soci della Pro Loco giardinese (Loredana Licciardello, Luana La Spina, Carmelo Anselmi e Lorrie Wood), le ragazze del Servizio Civile dell’Unpli di Messina, la costumista Cristina Russo, la dottoressa Vera Quattrocchi (che ha tra l’altro condotto la visita guidata al Museo di Naxos), le insegnanti presenti, le rappresentanti dei genitori Claudia Bifera, Angela Biondo, Rosy Stracuzzi e Paola Triolo, le signore Melina Crimi e Maria Santini e la dottoressa Vera Greco, direttrice del Parco Archeologico di Naxos».

Una prossima visita di questo tipo è in programma per domenica 21 maggio nel territorio del Parco Fluviale dell’Alcantara.

Rodolfo Amodeo     

Potrebbero interessarti anche