Catania
14°

Giarre, furto con spaccata da Sportivo: ecco come ha agito il commando

Giarre, furto con spaccata da Sportivo: ecco come ha agito il commando

Si apprendono nuovi particolari sul furto con spaccata ai danni del megastore giarrese Sportivo di via Ruggero I a Santa Maria la Strada. Le telecamere di video sorveglianza del negozio hanno immortalato la presenza di tre persone, tutte con il volto coperto da passamontagna e cappucci e con i guanti.

I malviventi, a differenza dal primo episodio dell’aprile scorso, quando è stato appiccato il fuoco ad una delle saracinesche del centro commerciale, sono arrivati a piedi dal torrente Macchia, non però dall’accesso del sotto-ponte nei pressi del quale è dislocato un dispositivo di video sorveglianza del Comune, bensì dalle campagne che si estendono dietro il santuario di Santa Maria la Strada.

Un dettaglio, quest’ultimo, che conferma come i malviventi abbiano studiato nei dettagli il piano, evitando di essere inquadrati da altre telecamere.

Si è inoltre appreso che il commando, una volta raggiunta l’area perimetrale del negozio, ha agito con assoluta determinazione. Con una mazza di ferro è stata ripetutamente colpita la vetrina, fino a realizzare in un angolo un piccolo varco attraverso il quale i malviventi si sono poi introdotti nel negozio.

Le immagini registrate dal negozio confermano che, non appena la vetrata è stata colpita dalle picconate, si è messo in funzione l’allarme antirapina. I malfattori nonostante il suono acuto dell’allarme si fosse messo in funzione, imperturbabili hanno continuato nella propria azione criminale, sfidando la sorte, ma con razionalità.

Il piano è infatti scattato poco dopo l’una della notte. Un orario non casuale, poiché, a quell’ora avviene il cambio turno delle pattuglie in servizio dei carabinieri. I malviventi, consapevoli di questo particolare, hanno quindi agito nel frangente in cui si verifica, per l’appunto, l’avvicendamento delle pattuglie che smontano e quelle che invece prendono servizio, cogliendo quindi il momento in cui la centrale operativa dei carabinieri è impegnata a coordinare il dispiegamento delle pattuglie in orario notturno.

Le indagini intanto proseguono per comprendere in primis se i due episodi criminali che hanno visto come obiettivo il negozio Sportivo siano collegati fra loro; un fato è comunque certo: gli autori dell’ultimo furto con spaccata, hanno agito con assoluta accortezza sapendo bene come muoversi. L’auspicio è che abbiano commesso qualche errore.

Potrebbero interessarti anche