Catania

Giarre, Giunta con assessore dimissionario: delibere illegittime?

Giarre, Giunta con assessore dimissionario: delibere illegittime?

Sono tre i componenti della Giunta D’Anna dopo le dimissioni dell’ex assessore Piero Mangano, formalizzate lo scorso 22 dicembre; per lo statuto comunale manca il quorum strutturale per potere deliberare. Nonostante ciò la Giunta avrebbe ugualmente adottato delle delibere che risulterebbero quindi illegittime.  

Lo denuncia in una nota, protocollata ieri al Comune, il consigliere di opposizione Leo Patanè. “Su un caso analogo – si legge nell’interrogazione-segnalazione del consigliere Patanè – si è già espresso il Consiglio di Giustizia Amministrativa, il quale, con sentenza n.310/2001, ha ritenuto che la Giunta comunale non possa legittimamente deliberare sino a quando la sua composizione originaria non sia stata costituita”.  

Secondo il consigliere Patanè: “Non basta quindi, per poter validamente deliberare, che sia presente nella seduta la maggioranza dei componenti la Giunta, allorchè la stessa non sia stata interamente ricostituita. A tale orientamento ha recentemente aderito anche l’Assessorato per le Autonomie locali chiamato a pronunciarsi su una questione analoga che ha riguardato il Comune di Bronte a seguito di una segnalazione fatta da un consigliere comunale del predetto Comune. Nell’evidenziare tale irregolarità – si legge nella nota del consigliere Patanè – ritengo necessario interrogare con urgenza la S. V. per conoscere come l’Amministrazione intenda agire per arginare le prevedibili refluenze sugli atti amministrativi già adottati da una Giunta non regolarmente costituita e quindi non legittimata a deliberare validamente.

Infatti qualora da soggetti interessati venissero proposti dei ricorsi avverso delibere di Giunta adottate nel periodo in cui la stessa non è stata regolarmente ricostituita perché carente di un componente per altro ancora non sostituito, la conseguenza sarebbe la dichiarazione di illegittimità da parte del TAR delle predette delibere con ulteriori conseguenze negative per le già deficitarie casse comunali”.

Il vice sindaco e assessore al Bilancio Salvo Vitale, interpellato sulla vicenda, minimizzando la problematica si limita a precisare che “la questione sarà approfondita e valutata”.

Potrebbero interessarti anche